21 Dicembre 2022

"Ei fu"... Chi non conosce l'incipit di una delle poesie più famose della letteratura italiana e forse del mondo intero, "Il Cinque Maggio" di Alessandro Manzoni? La poesia del Manzoni è un'ode scritta nel 1821 in occasione della morte di Napoleone Bonaparte esule a Sant'Elena. Be' in questo momento storico anche il nostro Duemilaventidue sta vivendo il suo esilio nell'ultima decade di dicembre in attesa di esalare il suo ultimo respiro. Forse nei primi giorni di gennaio 2023 anche noi parlando del defunto Duemilaventidue potremo dire "Ei fu".

Diversi anni or sono, ad un allievo delle scuole medie interrogato dall'insegnante di lettere fu chiesto di recitare a memoria la poesia "Il Cinque Maggio". Non avendola studiata, l'allievo anziché confessare la sua mancanza, esordì con questa versione alternativa della poesia:

"Ei fu... e siccome è morto, non parliamone più!"

Inutile dire che l'allievo fu sbattuto in presidenza, ma forse avrebbe meritato un encomio per la prontezza e per l'originalità. In ogni caso, troppo spesso nella vita si volta pagina senza trarre vantaggio dalle lezioni che il passato e l'esperienza potrebbero aver lasciato in dono. La fine di un anno può essere proprio il momento giusto per rispondere alla famosa domanda posta nella parte finale della poesia: "Fu vera gloria?".

L'Ente Bilaterale nel corso del 2022, come ogni anno, si è posto spesso questa domanda analizzando le attività realizzate in un bimestre, nel primo semestre dell'anno o nei primi dieci mesi dell'anno. Ma ora, prima che del Duemilaventidue si possa dire "Ei fu", desideriamo analizzare le attività dell'ultimo bimestre.

Come potrete notare dal planning riportato sotto gli Enti Bilaterali hanno erogato un significativo volume di attività formativa anche nell'ultimo bimestre, così articolato:

- numerose edizioni di corsi formazione obbligatoria in ottemperanza alle normative vigenti (sicurezza, igiene alimentare, primo soccorso, formazione aggiuntiva per preposti)

- corsi di formazione per apprendisti e allievi di Bon Emploi nell'ambito dei percorsi del Catalogo dell'apprendistato (disciplina del rapporto di lavoro, organizzazione aziendale, geografia, francese, inglese, imparare a imparare, lavorare nella produzione)

- corsi di formazione continua nell'ambito del progetto finanziato dal Fondo Sociale Europeo "RITORNO AI 4810 CON PARTENZA OLTRE LA NORMALITA’" OCC.10402.21AA.1.0009.FIM (Marketing digitale ed. 1 e ed. 2, Revenue & booking strategy e Aggiornamento tecniche di sala e bar)

- formazione per disoccupati nell’ambito del progetto Bon Emploi Formazione Professionalizzante (Oltre l'accoglienza turistica di qualità: la risonanza tra i valori del turista e l'identità della struttura)

Ora resta solo da rispondere alla domanda: "Fu vera gloria?". Il Manzoni rimandò il giudizio ai posteri, ma noi riteniamo più efficace rimanere aperti ai suggerimenti e alle critiche costruttive dei nostri contemporanei, titolari e dipendenti, beneficiari diretti dei nostri programmi formativi. Cogliamo l'occasione per ringraziare tutti voi per i giudizi rilasciati nei questionari di gradimento anonimi, per il tempo dedicato a rispondere alle interviste dei monitoraggi ex post nonché per le idee e le proposte che ci fate pervenire. Grazie di cuore!

I servizi formativi saranno sospesi per un paio di settimane e gli uffici rimarranno chiusi per le festività. Per qualsiasi emergenza potete inviare un'email all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando un recapito telefonico al quale desiderate essere ricontattati.

Auguriamo a tutti di concludere l'anno trascorrendo dei giorni sereni e felici e una stagione invernale soddisfacente.

11 Novembre 2022

Gli specchi retrovisori: un'invenzione straordinaria! Quante volte ci sono tornati utili per verificare che le labbra non fossero rimaste sporche di marmellata dopo aver gustato quell'ottimo croissant, per controllare che la pettinatura non fosse stata scompigliata dal vento o che le occhiaie non fossero troppo marcate o che il trucco non fosse rovinato. Già... Tuttavia gli specchietti retrovisori non sono degli optional concepiti per il comfort degli automobilisti. Secondo l’attuale normativa, gli specchietti rientrano fra i dispositivi di equipaggiamento del veicolo disciplinati dall’articolo 72 del Codice della Strada, D.Lgs 285/92. Gli obblighi per gli autoveicoli subentrano in Italia con la Legge 25 Novembre 1975 n.707 che prescrive almeno un dispositivo retrovisore laterale installato a sinistra a partire dal 1° Gennaio 1977. Gli specchietti sono un dispositivo importante per la sicurezza della circolazione e devono essere utilizzati, dentro e fuori i centri abitati, ogni volta che sia necessario controllare la strada dietro al veicolo, per essere certi che non vi siano veicoli dietro e nelle immediate vicinanze. Lo specchio retrovisore laterale sinistro deve essere regolato in modo da scorgere, nel suo terzo di destra, la coda del veicolo, ed osservare a sinistra, prevalentemente, la porzione di strada a fianco del veicolo, prima di immettersi nel flusso della circolazione, prima di iniziare una manovra di sorpasso.

Nel mese di novembre gli organi sociali degli Enti Bilaterali si riuniranno per la predisposizione e l'approvazione dei budget previsionali 2023. Con l'occasione la Direzione è solita predisporre una relazione sull'attività svolta al 31 ottobre dell'anno corrente. Questo documento è una sorta di "visione dallo specchietto retrovisore", prima di svoltare verso il nuovo esercizio contabile e di effettuare il sorpasso verso nuovi orizzonti. La Relazione di Direzione sull'attività svolta al 31 ottobre 2022 è un documento di analisi propedeutico alla programmazione delle attività che verranno messe in previsione per il prossimo anno.

Riportiamo di seguito alcuni dati e tabelline riepilogative estrapolati dalla Relazione di Direzione sull'attività svolta al 31.10.2022.

Come si evince dalle tabelline riportate sopra, dal 1° gennaio al 31 ottobre abbiamo realizzato 91 corsi, erogando 702 ore di formazione a 1296 allievi. Il totale degli allievi apprendisti è stato pari a 450, di cui 277 inseriti nei corsi di formazione obbligatoria.

Gli Enti Bilaterali hanno erogato servizi formativi che afferiscono a queste principali aree:

- formazione obbligatoria in ottemperanza alle normative vigenti

- formazione per apprendisti nell'ambito dei percorsi di apprendistato professionalizzante

- formazione a Catalogo finanziata dall'Ente Bilaterale

- formazione continua nell'ambito di progetti finanziati dal Fondo Sociale Europeo

- formazione per disoccupati nell’ambito del progetto Bon Emploi.

Considerando il successo della FAD implementata fin dagli albori della pandemia, per andare incontro alle aziende che operano nelle Vallate, continua ad essere offerta la possibilità di formare il personale in forza, unendosi ad una classe in presenza in aula, attraverso il collegamento in videoconferenza sincrona. La modalità ibrida adottata è particolarmente apprezzata dalle aziende che hanno sede nelle vallate più distanti ed è resa possibile grazie alle attrezzature tecnologicamente avanzate descritte  nel paragrafo precedente. A partire da questo autunno, in considerazione delle indicazioni del Ministero dell'Istruzione, le aule corsi sono tornate ad essere utilizzate a piena capienza: 25 allievi nell'aula principale e 15 allievi nell'aula informatica.

Coerentemente con la mission e nel rispetto del requisito R.15 del dispositivo di accreditamento, l’Ente Bilaterale si impegna a monitorare e migliorare costantemente il livello di qualità dei servizi erogati in relazione ai feedback emergenti dai vari steakholders. In quest'ottica l'E.B.R.T., oltre al monitoraggio standard delle attività formative realizzate, si impegna periodicamente a fare degli audit sulla qualità della formazione finalizzati alla elaborazione di una cultura della formazione condivisa e alla formulazione di ipotesi di miglioramento. Oltre alla compilazione dei questionari di gradimento, viene effettuato un monitoraggio in itinere o alla conclusione del corso attraverso un confronto del Direttore con il gruppo classe, senza la partecipazione del docente, in modo tale da avere un feedback libero e diretto dagli allievi, rilevare eventuali criticità o fabbisogni formativi residuali che necessitano di ulteriori approfondimenti. Il report dei gradimenti di coloro che  hanno frequentato i corsi di formazione organizzati dall’Ente rileva una soddisfazione complessiva di 0,7% maggiore rispetto al dato rilevato nei primi 10 mesi del 2021. L’indice di gradimento complessivo è pari all’88%, con una punta di eccellenza del 92,8% sugli indicatori della docenza.

Nell'ultimo bimestre dell'anno le attività stanno procedento a ritmi serrati, con la formazione obbligatoria, per apprendisti e per allievi scritti a Bon Emploi e finanziata dal FSE.

27 Ottobre 2022

Nell'immagine riportata sopra potete vedere solo alcuni dei numerosissimi corsi che si sono svolti nel mese di ottobre. I calendari sono molto intensi e le aule corsi didattiche degli Enti Bilaterali come si suol dire "sono full".

I corsi si suddividono su tre principali aree:

- formazione obbligatoria in ottemperanza alle normative vigenti

- formazione per apprendisti

- formazione per disoccupati nell'ambito del progetto Bon Emploi.

Alcuni corsi sono realizzati solo in presenza, altri in modalità ibrida con una parte di allievi collegati in videoconferenza e una parte di allievi presenti in aula. I questionari di gradimento rilevano un elevato grado di soddisfazione da parte degli utenti.

Anche novembre sarà un mese intensissimo in quanto andranno ad aggiungersi alcuni corsi inseriti nell'ambito del progetto finanziato dal Fondo Sociale Europeo RITORNO AI 4810 CON PARTENZA OLTRE LA NORMALITA’ (OCC.10402.21AA.1.0009.FIM).

Le date dei corsi di formazione obbligatoria vengono rese note sugli avvisi a scorrimento nella home page del nostro sito.

15 Settembre 2022

 

Quest'anno l'equinozio di autunno arriva venerdì 23 settembre 2022, precisamente alle ore 15.03 nell'emisfero settentrionale; questo evento segnerà ufficialmente la fine dell'estate. Ti stai chiedendo anche tu perché l'autunno abbia inizio il 23 settembre e non il 21? Potrei risponderti che dipende tutto dall'inclinazione dell'asse terrestre e barcamenarmi in argomenti di tipo scientifico ostentando padronanza della materia, ma dato che aborro la "tuttologia" (che a mio avviso non è nient'altro che l'altra faccia della medaglia dell'ignoranza) preferisco essere modesto e sincero e dirti che puoi trovare tutte le informazioni in merito alla questione su una qualsiasi enciclopedia, su un vecchio sussidiario di scuola o naturalmente sul web.

Se nel nostro emisfero il 23 settembre segnerà l'inizio della stagione autunnale, nell'emisfero meridionale della Terra segnerà l'inizio della primavera. Eh già, è vero! Ma considerando che noi ci troviamo nell'emisfero settentrionale possiamo asserire, senza timore di essere smentiti, che "l'estate sta finendo e un anno se ne va", per citare il celeberrimo brano musicale dei Righeira del 1985.

E se l'estate sta finendo, allora:

PRONTI... ATTENTI... VIA!!! SI RIPARTE ALLA GRANDE CON LA PROGRAMMAZIONE DEI CORSI AUTUNNALE

Gli Enti Bilaterali hanno programmato un'intensa attività formativa per questo autunno. I calendari dei corsi sono molto fitti e le aule corsi occupatissime. La formazione è  suddivisa in queste principali aree:

- formazione obbligatoria in ottemperanza alle normative vigenti

- formazione per apprendisti nell'ambito dei percorsi di apprendistato professionalizzante

- formazione a Catalogo dell'Ente Bilaterale

- formazione nell'ambito del progetto Bon Emploi, in particolare è già stata programmata una edizione del corso di 80 ore "Oltre l’accoglienza turistica di qualità: la risonanza tra i valori del turista e l’identità della struttura”

- formazione finanziata dal Fondo Sociale Europeo sul progetto "Ritorno ai 4810 con partenza oltre la normalità" (OCC.10402.21AA.1.0009.FIM)

In considerazione delle indicazioni del Ministero dell'Istruzione, le aule corsi torneranno ad essere utilizzate a piena capienza: 25 allievi nell'aula principale e 15 allievi nell'aula informatica. I corsi verranno organizzati in presenza presso le aule dell'Ente, ma rimarrà aperta la possibilità di partecipare da remoto collegandosi in diretta alla lezione in videoconferenza sincrona. La modalità ibrida adottatata è particolarmente apprezzata dalle aziende che hanno sede nelle vallate più distanti ed è resa possibile grazie alle attrezzature tecnologicamente avanzate di cui le nostre aule corsi sono state datate.

In ottemperanza alla legge 52/2022 (GU 23/05/2022) di conversione del decreto legge n. 24 del 24/03/2022 i corsi di formazione obbligatoria che prevedono un addestramento o una prova pratica verranno organizzati rigorosamente solo in presenza. Riportiamo di seguito un estratto della legge di cui sopra.

 «Art.  9-bis  (Disciplina  della  formazione  obbligatoria   in materia  di  salute  e  sicurezza  sul  lavoro). -  1. Nelle more dell'adozione dell'accordo di cui all'articolo 37, comma  2, secondo periodo, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, la  formazione obbligatoria in materia di salute e sicurezza sul lavoro può essere erogata sia con la modalità in  presenza  sia  con  la  modalità a distanza,  attraverso  la  metodologia   della   videoconferenza in modalità sincrona, tranne che per  le  attività formative  per  le quali siano previsti dalla legge e da accordi  adottati  in  sede  di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le  regioni  e  le province autonome di Trento e di Bolzano un addestramento o una prova pratica, che devono svolgersi obbligatoriamente in presenza».

Le date dei corsi di formazione obbligatoria vengono indicate sugli avvisi a scorrimento nella home page del nostro sito. Per iscriversi è necessario inviare le schede di iscrizione scaricabili dalla sezione FORMAZIONE OBBLIGATORIA di questo sito. 

Riportiamo in fondo all'articolo una tabellina con i calendari solo dei corsi di formazione obbligatoria che sono già stati messi a calendario. Raccomandiamo di inviarci al più presto le schede di iscrizione in quanto alcuni corsi hanno ancora pochi posti disponibili.

Allora... pronti... attenti... via!!! Vi aspettiamo ai nostri corsi di formazione!

 

08 Settembre 2022

In data 5 settembre 2022 l'Assemblea dei soci dell'Ente Bilaterale del Commercio e Terziario della Valle d'Aosta ha eletto come nuovo Presidente il sig. HENRI DONDEYNAZ, rappresentante della FISASCAT CISL nel Comitato Direttivo dell'E.B.C. e già Presidente dell'Ente Bilaterale del Turismo della Valle d'Aosta.

Il Presidente uscente Isabelle Buillet, rappresentante della FILCAMS CGIL, ha augurato al neo Presidente eletto un buon lavoro, nell'ottica della continuità e dello sviluppo dei servizi istituzionali dell'Ente.

29 Luglio 2022

E' stato pubblicato oggi l'ultimo rapporto dell'Osservatorio del Mercato del Lavoro del Settore Turismo della Valle d'Aosta elaborato dalla Direzione dell'Ente Bilaterale.

La parte introduttiva è dedicata a definire l'Osservatorio, le sue finalità, i suoi limiti e le modalità di raccolta dei dati. Viene fatta subito una distinzione tra il significato dei verbi guardare e osservare. GUARDARE è un'attività che fa parte dell'esperienza quotidiana di ciascuno di noi; è attraverso quest'operazione che avviene il nostro primo contatto con la realtà circostante. Come il battito cardiaco e il processo di respirazione, guardare è un automatismo che sostiene la nostra esistenza, il mezzo più immediato, spontaneo ed efficace per entrare in possesso di informazioni, a cui attingere per avere un confronto, un termine di paragone, utile all’arduo compito di interpretare la realtà che ci circonda. Ma OSSERVARE è molto più di questo… Osservare è l’attivazione di un processo consapevole atto a custodire, considerare, con attenzione al fine di conoscere meglio, rendersi conto. A tal proposito è interessante citare la definizione di Susanna Mantovani:

«l’osservazione è una forma di rilevazione finalizzata all’esplorazione di un determinato fenomeno».

L’osservazione si configura quindi come un processo cognitivo, in quanto non solo è orientata alla lettura di un fenomeno ma soprattutto alla sua comprensione. Osservare significa anche registrare nel modo più oggettivo possibile le informazioni disponibili, nell’ottica di un processo di ricerca scientifica.

Il termine OSSERVATORIO può applicarsi a qualunque istituzione che si impegni all’ideazione di un sistema di raccolta dati, osservazioni, ricerche, confronti e indagini di natura scientifica atti a fornire informazioni utili all’interpretazione di un particolare  fenomeno oggetto di studio. L'Osservatorio del Mercato del Lavoro dell’Ente Bilaterale del Turismo (OML-T) realizza attività di monitoraggio del mercato del lavoro e della situazione economica e occupazionale regionale nell’ambito del settore turistico. I dati forniti dall’Osservatorio consentono di interpretare la tendenza di un tessuto non solo economico, ma anche sociale.

Il nuovo rapporto raccoglie i dati della stagione invernale 2021/22 e li mette a confronto con i dati delle due stagioni invernali precedenti. La scelta di operare un confronto anche con le due stagioni precedenti consente di valutare l’andamento del mercato del lavoro nel comparto turistico nell’intero triennio segnato dalla pandemia.

La prima sezione prende in esame il numero di aziende che hanno operato nell’arco temporale delle stagioni prese in esame, suddivise per settori di appartenenza. Nella seconda sezione viene fatto uno studio dell’occupazione, ovvero del numero di dipendenti suddivisi nei vari settori. La terza ed ultima sezione confronta i dati relativi al numero delle aziende e al numero di dipendenti delle tre stagioni a livello di Comunità Montana.

Il rapporto registra dei dati di ripresa alquanto incoraggianti. Il numero medio di dipendenti nell’inverno 2021/22 è pari a 5597, rispetto alle 982 unità dell’inverno precedente! Anche le aziende che, avendo assunto personale dipendente, hanno versato regolarmente le quote all'Ente sono aumentate del 48% raggiungendo un valore pari a 1026. Tuttavia occorre considerare che nell’inverno 2020/21 il numero di aziende che hanno assunto personale dipendente e che hanno quindi regolarmente versato le quote contributive all’Ente Bilaterale, è sceso ai minimi storici a causa di tutte le misure restrittive legate alla pandemia; in modo particolare  la mancata apertura delle stazioni sciistiche ha influito in maniera pesante su tutte le attività del comparto turistico.

L'abstract del Rapporto completo, che è conservato presso gli archivi dell'Ente, è consultabile e scaricabile dalla sezione di questo sito dedicata all'Osservatorio del Mercato del lavoro a cui si può accedere cliccando direttamente QUI.

Contatti

Enti Bilaterali Regionali

Regione Borgnalle, 12
11100 Aosta

Tel. 0165 231682
E-mail: info@entibilaterali.vda.it

Top